RSS

Archivio mensile:settembre 2010

Gintama Video

Gintama Opening

Gintama Ita Latte alla fragola

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29 settembre 2010 in Senza categoria

 

Gintama

Gintama (銀魂, Gintama), letteralmente “Anima d’argento“, è un manga comico creato da Hideaki Sorachi. È stato serializzato a partire dal’8 dicembre 2003, ed è stato raccolto in tankōbon a partire dall’aprile del 2004. I capitoli settimanali sono attualmente pubblicati dalla Shūeisha nel settimanale Weekly Shōnen Jump. Fino al volume 17 il manga ha venduto oltre 17 milioni di copie in Giappone. Nel marzo del 2007, Shūeisha ha annunciato che la vendita del primo volume ha superato il milione di copie. In Italia il manga è distribuito dalla Planeta DeAgostini.

Dalla serie è stato tratto anche un anime, giunto anche in Italia grazie alla Dynit, e trasmesso su MTV a partire dal 4 dicembre 2007, mentre in Giappone è cominciato il 4 aprile 2006, trasmesso sulla TV Tokyo subito dopo Bleach. Finora MTV ha trasmesso i primi 24 episodi della serie dal 4 dicembre 2007 al 20 maggio 2008. La versione trasmessa da MTV non è fedele al 100% alla versione originale: il turpiloquio è stato rimosso o sostituito da termini meno volgari.

Inoltre sono stati prodotti un OAV, presentato al Jump Festa 2005, e un lungometraggio intitolato Gekijouban Gintama: Shinyaku Benizakura Hen (劇場版 銀魂 新訳紅桜篇, Gekijouban Gintama: Shinyaku Benizakura Hen), previsto nei cinema giapponesi per il 24 aprile 2010.

Trama

La storia si svolge nella città di Edo, l’attuale Tokyo, in Giappone. Questa città viene invasa da degli alieni chiamati Amanto sin dal periodo Edo. I samurai giapponesi sono ormai caduti, e gli Amanto hanno posto il divieto di portare la katana in pubblico. La trama si concentra su un eccentrico samurai, Sakata Gintoki, il suo (parziale) apprendista Shimura Shinpachi, e una giovane aliena, Kagura. Tutti e tre sono dei liberi professionisti che cercano lavoro per pagare l’affitto mensile, cosa che solitamente non accade.



Altri personaggi

  • Appartenenti alla Shinsengumi (真選組, Shinsengumi):
Kondo Isao: Ispirato al famoso capitano della Shinsengumi (新選組 o 新撰組, Shinsengumi) storica, nell’anime è in realtà un sempliciotto a cui bisogna sempre ripetere le cose due volte (con grande rabbia di Hijikata, suo subalterno); però è un uomo d’onore e una brava persona, per questo gli Shinsengumi gli sono fedeli. Isao non ha molto successo con le donne ma non perde mai occasione per molestare Otae, la sorella di Shinpachi per la quale ha una cotta.
Hijikata Toshiro: Vicecomandante degli Shinsengumi e guerriero sul campo, è una persona ambiziosa e maestro di katana. Inoltre è un fumatore incallito e fanatico della maionese. Ha un rapporto conflittuale con il suo secondo, Sogo Okita, il quale tenta sempre di eliminarlo fingendo poi che si trattasse di uno scherzo; Hijikata è inoltre iracondo ed anche per questo è conosciuto come il Demonio della Shinsengumi. È spesso in rivalità con Gintoki. È segretamente innamorato della sorella di Sogo, ma non le ha mai dichiarato i propri sentimenti poiché non voleva darle il dispiacere di una sua eventuale morte, data la pericolosità del suo lavoro,.
Sogo Okita: secondo di Toshiro Hijikata, tenta sempre di eliminare il suo superiore. È tra i migliori spadaccini della shinsengumi, se non il migliore, ma non disdegna l’uso del bazooka. È un tipo impulsivo, strambo e sadico e per questo viene soprannominato da Hijikata il “re del pianeta sadico”. Spesso si scontra con Kagura, sua rivale. Ha una sorella maggiore, Mitsuba,con una fissazione per il peperoncino; è molto malata.
Yamazaki Sagaru: uno dei subalterni di Hijikata e Okita. È la spia della shinsengumi e gli vengono spesso affidate missioni di infiltrazione con risultati non proprio brillanti. Utilizza come arma una racchetta da volano. Spesso è ripreso da Hijikata proprio perché invece di ascoltarlo si esercità nella battuta di questo sport.
  • Gli Joui:
Katsura ‘Zura’ Kotaro: attivista politico e in passato “Joui”, combattente samurai che si opponeva agli Amanto. Conosce Gintoki da quell’epoca e cerca sempre di fare entrare il giovane guerriero nei suoi intrighi. Gintoki lo chiama spesso con il nomignolo “Zura”, ma Katsura non lo sopporta (Zura significa in giapponese “parrucca”). Veste come un samurai ed è sempre accompagnato da uno strano essere chiamato Elizabeth.
Elizabeth: Elizabeth è uno strano pinguino/papera gigante che Mutsu ha portato a Katsura da parte di Sakamoto, presumibilmente presa in uno dei suoi viaggi nello spazio. È capace di correre molto velocemente ed ha un talento nel dipingere. Si esprime con dei cartelli, sui quali è scritto quel che vuole dire. È misteriosamente in grado di usare le bacchette. La vera identità di Elizabeth però, è incerta. È probabile che sotto il costume si nasconda una persona. Il compleanno di Elizabeth è il 7 settembre. È alta 180 cm e pesa 123 kg.
  • Kiheitai (鬼兵隊, Kiheitai):
Takasugi Shinsuke: uno dei personaggi più violenti di Gintama. Combatté assieme a Gintoki, Katsura e Sakamoto nella guerra degli Amanto. È a capo di una fazione simile agli Joui, ma decisamente più crudele: gli Kiheitai (da Ki=demone). Come Katsura ,è ricercato dalla Shinsengumi, perché massacrò degli ufficiali del Bakufu in riunione in un ristorante assieme ad alcuni clienti. Sebbene non sia mai entrato in azione personalmente nella serie, ha tentato di distruggere la Shinsengumi servendosi di Itou. Indossa un kimono viola con disegnate sopra 18 farfalle gialle. Porta sempre delle bende che coprono l’occhio sinistro e fuma spesso una pipa. Ama la distruzione ed il caos, il suo unico scopo è la vendetta per quello che è successo a Edo.
Kawakami Bansai: uno dei principali e più forti elementi degli Kiheitai. Per combattere utilizza lo shaminsen, che suona benissimo, e una katana. Indossa sempre un paio di cuffie, in riferimento alla sua passione per la musica, ed è lui che scrive le nuove canzoni della cantante Otsu-chan. Infatti sembra avere la facoltà di percepire le canzoni suonate dal cuore delle persone. Per questo,nella saga di Itou, Yamazaki viene risparmiato perché voleva continuare ad ascoltare la sua “canzone”. Porta sempre un paio di occhiali da sole.
Okada Nizou: un killer cieco, la cui passione è quella di combattere e uccidere. Viene inizialmente sconfitto con facilità da Gintoki, ma torna poi alla riscossa al servizio di Takasugi Shinsuke e armato della pericolosa Benizakura, spada demoniaca che assorbe l’anima del possessore, ma diventa sempre più forte con l’esperienza delle battaglie. Gintoki per sconfiggerlo è costretto per la prima volta nell’anime ad usare una vera spada (quella di legno fu distrutta dalla Benizakura). Dopo essere stato sconfitto da Gintoki non è più apparso, ma si crede morto per colpa della Benizakura.
Kijima Matako: l’unica donna del gruppo di Takasugi, combatte usando una coppia di pistole. Ha una totale dedizione verso Takasugi di cui presumibilmente è innamorata. Il suo comportamento è decisamente mascolino, tanto da iniziare una gara di sputi con Kagura.
Takechi Henpeita : lo stratega del gruppo. È un discreto spadaccino (anche se meno forte dei suoi compagni), nonostante ciò non ama combattere in prima persona. Sostiene di essere un amante di donne e bambini, Takechi lo accusa spesso di avere il complesso di Lolita.
Tokumori Saitou : chiamato anche “Kishin”, è uno dei quattro Deva di Kabuki-Cho (il quartiere malfamato dove si trova l’agenzia di Gintoki) che come Otose controllano parte dei profitti del quartiere; conosciuto anche come Mademoiselle Saito (o Maman, come è chiamato dalle “colleghe”), è un travestito (divenuto tale dopo la morte della moglie) che lavora con le sue colleghe al “Kamakko Club”; tuttavia in passato era conosciuto anche come “Kishin Saito dal Fundoshi Rosso” (il Fundoshi è la mutanda che indossano solitamente i lottatori di sumo), che durante la guerra contro gli Amanto salì sulla nave degli invasori e lottò finché il Fundoshi da bianco divenne rosso sangue. Ha un figlio di nome Teruiko che veniva preso in giro per questo motivo ma che ora, nonostante le avversità, è molto orgoglioso del padre/madre.
  • Kaientai (快援隊, Kaientai):
Sakamoto Tatsuma: vecchio compagno d’armi di Gintoki, Sakamoto decide di andarsene dalla terra per intraprendere viaggi spaziali. Ha una personalità ingenua sempre allegra e troppo ottimista, ride sempre anche nelle situazioni peggiori, il che lo fa sembrare uno stupido agli occhi degli altri personaggi. La sua passione sono le navi spaziali e ne possiede ben tre, che lo aiutano nei suoi scambi interplanetari. Storpia spesso il nome di Gintoki in Kintoki.
Mutsu: braccio destro di Sakamoto nella loro agenzia Kaientai. Veste in modo particolare ed è sempre seria. Nonostante sembra che le importi poco dell’incolumità di Sakamoto è sempre pronta a tirarlo fuori dai guai.
  • Altri:
Shimura Tae (Otae): È la sorella maggiore di Shinpachi e si occupa del mantenimento del dojo di famiglia, salvato tempo prima dallo stesso Gintoki che ha sconfitto il creditore della famiglia Shimura. È una ragazza che appare gentile e premurosa, ma in realtà è una furia scatenata. È molestata spesso da Isao Kondo, ma le scenette comiche dei due terminano sempre con Otae che malmena il povero Kondo. Spesso picchia anche Gintoki, ma dice anche di “comprenderlo perfettamente”. È una cuoca penosa (cucina sempre e solo uova fritte carbonizzate) e Shinpachi ha paura di tornare a casa per pranzo a causa di questa sua abitudine. Ad Otae piace molto il gelato Hagen Dazs di cui va molto golosa. Otae lavora attualmente in un locale dove serve da bere agli uomini soli e fa loro compagnia (è qui che ha incontrato Kondo).
Terada Ayano (Otose): la padrona di casa di Gintoki e proprietaria del bar notturno in cui si radunano gli uomini soli di Edo. Otose appare come una vecchia tiranna, ma in realtà è una persona di indole buona e generosa e aiuta sempre le persone in difficoltà. In passato ha salvato Gintoki, quasi morto di fame, e gli ha dato un riparo. Pretende sempre l’affitto ma poi per un motivo o per l’altro lo abbuona sempre, lasciando altro tempo a Gintoki.
Catherine: una Amanto dall’aspetto umano con orecchie di gatto, giunta sulla Terra per cercare lavoro. È molto strana e ringrazia continuamente le persone. In realtà era sulla Terra per rubare nei negozi e arricchirsi, è stata poi scoperta da Gintoki. Otose l’ha tuttavia perdonata ed ora Catherine continua a lavorare nel bar per uomini soli.
Hasegawa ‘Madao’ Taizo: un uomo che ha perso il suo lavoro e non riesce a trovarne un altro per via dell’età. In passato lavorava all’ufficio immigrazione dello Shogunato, sezione rapporti extraterrestri, ma venne licenziato per aver colpito il principe Hata durante la cattura di Ponchi la piovra assassina. Sulla storia di questo personaggio c’è un’intera puntata che racconta delle sue vicissitudini; definito Madao (vecchio disoccupato) da tutti, ormai gira depresso da un capo all’altro della città. Taizo è molto attaccato ai suoi occhiali da sole, al suo pizzetto e al suo orologio d’oro.
Principe Hata: alieno viziato e molto stupido, viene sempre accompagnato da un funzionario barbuto che lo insulta chiamandolo “babbeo” (dalla somiglianza del suo cognome, Hata con la parola giapponese Baka, ovvero babbeo) e poi dà la colpa agli altri (nonostante lo stesso principe abbia veramente una faccia da babbeo). È sempre in cerca di rari animali da compagnia, ma in ogni occasione viene picchiato e insultato da tutti, dato che cerca sempre di prendere con sé animali pericolosi o letali, mettendo tutti a rischio (il polipo spaziale Ponchi, un’enorme piovra carnivora, fu il suo primo tentativo; il secondo, Sadaharu, che cercò di rubare a Kagura; l’ultimo tentativo, ribattezzato ancora Pochi, un raro esemplare di animale alieno che caccia sfruttando il viso da cane affettuoso che porta sul petto quando in realtà è un mostro feroce).
Sarutobi ‘Sacchan’ Ayame: giovane ninja appartenente al gruppo degli Oniwa-Banshuu, un gruppo elitario di ninja. È molto stramba e porta un paio di occhiali simili a quelli di Shinpachi, se non li mette non vede nulla. La sua tecnica si basa sull’uso del Natto (i fagioli in salsa di soia che Ayame scaglia con prontezza incredibile) e del bondage. È follemente innamorata di Gintoki ed ha una personalità quasi “masochistica” che la spinge a subire le angherie del giovane samurai con leggerezza e quasi con piacere.
Terakado Otsu: giovanissima idol e cantante agli esordi, è per lei che Shinpachi ha una cotta e a cui è intitolato il Fan Club di cui lo stesso Shinpachi è membro-capo. I testi delle sue canzoni hanno tutti dei riferimenti sconci.
Ketsuno Ana: inviata speciale del TG di Edo, spesso commenta nei luoghi dove poco prima sono avvenuti i misfatti di Gintoki e compagni. Il suo nome se letto lentamente ricorda una frase volgare. Gintoki ha una cotta per lei.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29 settembre 2010 in Senza categoria

 

Secondhand Serenade – Your Call

 
2 commenti

Pubblicato da su 28 settembre 2010 in Senza categoria

 

Ke$ha – Disgusting

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 settembre 2010 in Senza categoria

 

Retouch

Ecco alcuni Retouch fatti da me… ^^

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 settembre 2010 in Senza categoria

 

The Vampire Diaries – Can’t be tamed Music Video

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 settembre 2010 in Senza categoria

 

2×04 Memory Lane Trailer Preview

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 settembre 2010 in Senza categoria